BLOCCHI COMANDE RISTORANTE



BLOCCHI COMANDE RISTORANTE

CHE COS’E LA COMANDA: ORIGINE DEL TERMINE 

Nel gergo della ristorazione per comunicare direttamente con sala e cucina, il termine “comanda” [dal francese “commande”] deriva letteralmente dal verbo “comandare” in questo caso nel senso di “ordinare, fare un’ordine, prendere un’ordinazione”. 

BLOCCHI COMANDE: CHE COSA SONO E COME SI PRESENTANO

Oggi come ben sapete le tecnologia legata alla gestione di un ristorante é stata ottimizzata con l’avvento della comanda elettronica introdotta dall’uso dei palmari all’inizio e i minitablet poi, ma anche gli smartphone

I tradizionali blocchi comande che si vedono ancora spesso nelle piccole attività di ristorazione sono i taccuini che i camerieri usano per prendere le ordinazioni, ma anche di verificare l‘approvvigionamento delle provviste a magazzino. 

  • Sono costituiti da un minimo di 25, 50, 75 a un massimo di 100 foglietti bianchi autoricalcanti a strappo stampati solo fronte e due cartoncini, uno rigido sul retro e uno interno rimovibile 
  • i fogli possono essere a 2, 3 o 4 tagli, che corrispondono al numero di copie ed avere anche 2, 3, 7 tagliandi staccabili ovvero piccoli riquadri che permettono al cameriere di suddividere e gestire (con una riga o un segno divisorio) l’ordine d’uscita delle portate per facilitare la leggibilità e tempo di preparazione della comanda
  • per un’alta maneggevolezza, hanno un formato verticale che permette al cameriere di avere piu’ spazio per scrivere inserendo le richieste del cliente all’interno di un elenco ordinato 
  • si presentano come un piccolo quaderno tascabile paragonabile per le dimensioni ridotte ad un taccuino

BLOCCHI COMANDE: QUALI CARATTERISTICHE DEVONO AVERE

Le principali caratteristiche che qualsiasi blocco comande deve avere é: 

  • i fogli devono essere in carta chimica (riciclata bianca o bianca standard), meglio conosciuta come carta autocopiante (nel senso di autoricalcante) – cosi’ chiamata perché non richiede l’uso della carta carbone  – notoriamente utilizzata per stampare bolle e fatture: dimezza il lavoro di camerieri e chef potendo creare su un unico foglio piu’ copie di una stessa comanda 
  • la duplice o triplice copia anche se all’interno dell’attività di ristorazione é solo un cameriere ad occuparsi di annotare le ordinazioni comunicate dai clienti
  • la presenza di un cartoncino rigido interno amovibile 

BLOCCHI COMANDE: QUALI INFORMAZIONI DEVE TRASCRIVERE IL CAMERIERE

I blocchi per comande sono lo strumento di lavoro del cameriere: gli permettono di annotare ciò che i clienti sono desiderosi di bere e mangiare, ma anche di agevolare la comunicazione con la cucina con le seguenti informazioni:

  • dettaglio dell’ordinazione presa con abbreviazioni condivise con il personale, per evitare di far attendere il cliente 
  • eventuali indicazioni relative alla preparazione e cottura dei piatti [es.

Continue reading BLOCCHI COMANDE RISTORANTE at Ristomanager.



Source link